Portale Trasparenza Cittā di Palestrina - Zona a Traffico Limitato - ZTL

Il portale della Trasparenza conforme al D.Lgs. 33/2013 - "Amministrazione Trasparente"

Tipologie di procedimento

Zona a Traffico Limitato - ZTL

Responsabile di procedimento: Isp. Di Nunzio Leandro
Responsabile sostitutivo: Comm. Coord. Di Bartolomeo Marco

Descrizione

Il Comune di Palestrina, nell’ambito di un’ampia azione politica volta al sostegno della mobilità sostenibile, con l’intento di tutelare il patrimonio storico-culturale e valorizzare l’identità del Centro storico inteso quale luogo elettivo di aggregazione, naturalmente e storicamente vocato alla pedonalità, ha deciso di limitare la congestione del traffico, le emissioni di inquinanti e la sovraoccupazione veicolare mediante l’istituzione della Zona a Traffico Limitato nelle vie interne del centro storico comprese tra via Anicia e vicolo dell’Arco, ove sono posizionati i due varchi elettronici.

La circolazione all’interno della Z.T.L. sarà vietata a tutti i veicoli, motoveicoli e ciclomotori nei seguenti periodi ed orari:

  1. VARCO 1 (via Anicia), dalle 18,00 alle 7,00 (tutti i giorni dal 15/6 al 15/9 ed esclusivamente nei giorni di venerdì, sabato, domenica e festivi nel restante periodo dell’anno);
  2. VARCO 2 (vicolo dell’Arco), dalle 20,30 alle 7,00 (tutti i giorni dal 15/6 al 15/9 ed esclusivamente nei giorni di venerdì, sabato, domenica e festivi nel restante periodo dell’anno);

Potranno accedere alla Z.T.L. esclusivamente le seguenti fattispecie/categorie:

a) veicoli i cui conducenti devono effettuare operazioni di carico e/o scarico all’interno della Zona a Traffico Limitato, previa acquisizione di permesso temporaneo rilasciato dal Settore di Vigilanza - Corpo di Polizia Locale;

b) veicoli i cui conducenti devono recarsi all’interno della Z.T.L. per comprovate esigenze diverse da quelle previste dalla precedente lett. a), previa acquisizione di permesso temporaneo rilasciato dal Settore di Vigilanza - Corpo di Polizia Locale;

c) veicoli adibiti al servizio pubblico di raccolta e smaltimento rifiuti solidi urbani;

d) veicoli adibiti a pubblico servizio, pronto intervento ed emergenza solo per comprovati o comprovabili interventi urgenti e di emergenza;

e) veicoli militari, per comprovate necessità di servizio;

f) veicoli delle forze di polizia;

g) residenti e proprietari di immobili ubicati all’interno della Z.T.L. e contestualmente proprietari/usufruttuari/locatari/acquirenti con patto di riservato dominio ovvero assegnatari (previa dichiarazione sostitutiva rilasciata dall’avente titolo) di veicoli, motoveicoli e ciclomotori, previa acquisizione di permesso rilasciato dal Settore di Vigilanza - Corpo di Polizia Locale;

h) veicoli al servizio delle persone invalide, previa acquisizione di permesso rilasciato dal Settore di Vigilanza - Corpo di Polizia Locale;

i) veicoli a motore destinati al trasporto merci (articolo 47 C.d.S., categoria n) se impiegati per operazioni di carico/scarico, previa acquisizione di permesso rilasciato dal Settore di Vigilanza - Corpo di Polizia Locale;

j) veicoli appartenenti al titolare, familiare o dipendente di esercizi di attività commerciali posti all’interno della Z.T.L., impiegati per operazioni di carico/scarico merci, previa acquisizione di permesso rilasciato dal Settore di Vigilanza - Corpo di Polizia Locale;

k) veicoli in dotazione al personale esercente la professione sanitaria dipendente o convenzionato con l’ASL RM5 in occasione di visite domiciliari per pazienti ubicati all’interno della Z.T.L., previa acquisizione di permesso rilasciato dal Settore di Vigilanza - Corpo di Polizia Locale;

l) veicoli di servizio noleggio con conducente (NCC) o TAXI, previa acquisizione di permesso rilasciato dal Settore di Vigilanza - Corpo di Polizia Locale;

m) veicoli di proprietà (o in noleggio o in leasing) di Enti Locali, dello Stato, degli Enti di Diritto Pubblico, delle Aziende e degli Enti di servizio pubblico, previa acquisizione di permesso rilasciato dal Settore di Vigilanza - Corpo di Polizia Locale;

n) veicoli per trasporto funebre, previa acquisizione di permesso rilasciato dal Settore di Vigilanza - Corpo di Polizia Locale;

o) veicoli di proprietà di enti o associazioni di volontariato operanti nel settore socio-assistenziale e sanitario per servizi di assistenza domiciliare, previa acquisizione di permesso rilasciato dal Settore di Vigilanza - Corpo di Polizia Locale;

p) servizi di pubblica utilità, previa acquisizione di permesso rilasciato dal Settore di Vigilanza - Corpo di Polizia Locale;

q) veicoli utilizzati per il trasporto farmaci, previa acquisizione di permesso rilasciato dal Settore di Vigilanza - Corpo di Polizia Locale;

r) veicoli adibiti a trasporto pubblico;

s) veicoli di proprietà di soggetti non residenti nell'area Z.T.L. che occupano immobili ubicati al loro interno (solo se l'immobile non è utilizzato da altri soggetti ai quali sia stato già rilasciato il permesso in qualità di residente o, comunque, per altra categoria), previa acquisizione di permesso rilasciato dal Settore di Vigilanza - Corpo di Polizia Locale.

I casi non espressamente ricompresi nelle lettere che precedono saranno soggette ad insindacabile valutazione del responsabile del settore interessato sulla base delle motivate, documentate ed effettive esigenze, non altrimenti risolvibili con transito nelle aree esterne alla ZTL.

 

I permessi, sempre e comunque rilasciati dal Settore Extradipartimentale di Vigilanza, si distinguono in due diverse tipologie definite “PERMESSO TEMPORANEO” e “PERMESSO PERMANENTE” le cui modalità di rilascio sono così stabilite:

  1. PERMESSO TEMPORANEO

Si definisce permesso temporaneo quello rilasciato per un massimo di trenta giorni continuativi. La domanda, da presentarsi in carta semplice, dovrà essere debitamente motivata (il rilascio del permesso sarà valutato ad insindacabile giudizio del personale amministrativo in base alle motivate, documentate ed effettive esigenze, non altrimenti risolvibili con il transito nelle aree prossime al centro storico).

In caso di valutazione positiva da parte dell’ufficio al richiedente verrà rilasciato un contrassegno da esporre sul cruscotto del mezzo in maniera tale che sia totalmente visibile dall’esterno;

In via del tutto eccezionale ed esclusivamente per i permessi temporanei rilasciati entro il 9/12/2019 la validità degli stessi è prolungata, a richiesta dell’interessato, fino al 10/1/2020;

  1. PERMESSO PERMANENTE

Si definisce permesso permanente quello rilasciato per un periodo superiore a 30 giorni e fino ad un massimo di 365 giorni, 366 nell’anno bisestile, continuativi (la scadenza del permesso permanente è comunque fissata al 31 dicembre dell’anno in corso). La domanda dovrà essere presentata in bollo (marca da bollo da € 16,00) ed alla stessa dovrà essere allegata un’altra marca da bollo di ugual valore da apporre sul permesso; Tale tipologia di permesso può essere richiesto esclusivamente dalle categorie di veicoli di cui alle precedenti lettere c, d, e, f, g, h, k, l, m, n, o, p, q, r ed s; In caso di valutazione positiva dei documenti presentati a corredo dell’istanza al richiedente verrà rilasciato un contrassegno da esporre sul parabrezza del mezzo in maniera tale che sia totalmente visibile dall’esterno;

In via del tutto eccezionale ed esclusivamente per i permessi permanenti rilasciati nel 2019 la validità degli stessi è prolungata fino al 31/12/2020;

Il numero massimo di permessi permanenti è fissato in n. 2 autoveicoli per:

  • ciascun nucleo familiare residente di cui alla precedente lett. g);
  • ciascun titolare di contrassegno di cui alla precedente lett. h);
  • ciascuna attività commerciale di cui alla precedente lett. j);
  • ciascun nucleo familiare residente di cui alla precedente lett. s);

L’accesso nella ZTL sarà comunque sempre vietato ai veicoli di ogni genere se di peso complessivo superiore a 3,5t mentre i casi non espressamente ricompresi nelle lettere che precedono saranno soggette ad insindacabile valutazione del responsabile del settore interessato sulla base delle motivate, documentate ed effettive esigenze, non altrimenti risolvibili con transito nelle aree esterne alla ZTL.

 

Resta inteso che l’attivazione della ZTL è subordinata ad una fase di pre-esercizio, della durata di trenta giorni da realizzarsi sotto il diretto controllo della Polizia Locale; in tale periodo le eventuali violazioni alla disciplina di accesso saranno accertate e contestate esclusivamente e direttamente dalla Polizia Locale. Al termine della fase di pre-esercizio si passerà automaticamente, senza quindi l’adozione di ulteriori atti, alla fase di esercizio ordinario;

La fase di pre-esercizio inizierà, salvo imprevisti, venerdì 22/11/2019 per concludersi il giorno 22/12/2019. Dal giorno 23/12/2019 inizierà la fase di esercizio ordinaria.

 

Il Settore Extradipartimentale di Vigilanza si trova in Palestrina, via della Stella n. 36 (Piano I) e riceve nei seguenti giorni ed orari:

Lunedì, mercoledì e venerdi dalle ore 9,00 alle ore 11,00;

Martedì e Giovedì dalle ore 15,00 alle ore 17,00.

Esclusi giorni festivi.

 

Contatti:

 

Responsabile del procedimento:

  • Isp. Leandro Di Nunzio.

Soggetto con potere sostitutivo in caso di inerzia del responsabile del procedimento:

  • Comandante Comm. Coord. Marco Di Bartolomeo

Tempi standard per il rilascio del permesso:

  • 30 giorni dal ricevimento della pratica.

 

INFORMAZIONI UTILI

 

Cosa fare in caso di sostituzione del veicolo autorizzato:

Nel caso cui sia necessario sostituire il veicolo già autorizzato a circolare nella ZTL con altro veicolo (ad esempio a seguito di vendita), occorre aggiornare  il permesso rilasciato per il veicolo precedente ed il registro conservato presso l'ufficio, utilizzando il modello denominato “Richiesta di modifica permesso per transito nella ZTL”.
L’aggiornamento dell’autorizzazione deve essere richiesto prima di circolare nelle predette zone a traffico limitato con il nuovo veicolo.

 

Come ottenere informazioni sui procedimenti in corso:

-      tramite email all'indirizzo polizia.locale@comune.palestrina.rm.it;

  • tramite contatto telefonico all'utenza 0695302860;

 

Chi contattare

Conclusione tramite silenzio assenso: no
Conclusione tramite dichiarazione dell'interessato: no

Riferimenti normativi

Rimedi giurisdizionali

Ai sensi dell'art. 3 u.c. della Legge 241/90 si avverte che contro il provvedimento di autorizzazione può essere presentato ricorso alternativamente al TAR competente, ai sensi della L. 1034/71 e successive modificazioni, o al Capo dello Stato, ai sensi dell'art. 8 del D.P.R. 24 novembre 1971, n. 1199, rispettivamente entro 60 gg. ed entro 120 gg. a decorrere dalla data di rilascio dell’atto.

Leggi e regolamenti 
Codice della Strada D.Lgs 30 aprile 1992 n. 285 e ss.mm.ii e relativo regolamento d’attuazione D.P.R. 16 dicembre 1992 n. 495.

Servizio online

Tempi previsti per attivazione servizio online: non previsto
Contenuto inserito il 20-11-2019 aggiornato al 20-11-2019
Non hai trovato le informazioni soggette alla pubblicazione obbligatoria? Richiedile ora
Facebook Twitter Google Plus Linkedin
- Inizio della pagina -
Recapiti e contatti
Palazzo Verzetti, Via del Tempio, 1 - 00036 Palestrina (Roma)
PEC protocollo@comune.palestrina.legalmail.it
Centralino 06/953021
P. IVA 03577071008
Linee guida di design per i servizi web della PA
Il progetto Portale della trasparenza č sviluppato da ISWEB S.p.A. www.isweb.it