Portale Trasparenza Cittā di Palestrina - Assistenza alla persona in condizioni di disabilità grave e/0 di non autosufficienza

Il portale della Trasparenza conforme al D.Lgs. 33/2013 - "Amministrazione Trasparente"

Tipologie di procedimento

Assistenza alla persona in condizioni di disabilità grave e/0 di non autosufficienza

Responsabile di procedimento: De Rose Stefania
Responsabile di provvedimento: Tomasello Giosy Pierpaola

Descrizione

Con tale Provvedimento si intende:

- disciplinare gli interventi di assistenza domiciliari alla persona in condizione di Disabilità ( anziani e adulti) e di fragilità socio educativa familiare,  già da tempo attivi  sul nostro Comune ;

- convalidare i modelli di assistenza autogestiti dalle persone  attivati e per consuetudine prorogati in favore di specifiche situazione di cui alla L. 104 /92 art.39 comma 3 di cui al  Grave Handicap e  e così come disposto dalla L.R. 11/2016  .

 

In particolare viene di seguito disciplinato  :

A.L’intervento di Assistenza diretta alla Persona favore di specifiche situazione di cui alla L. 104 /92 art.39 comma 3 di cui al  Grave Handicap

B.Riconfermato il servizio di Assistenza domiciliare socio assistenziale  per minori, persone con disabilità e persone anziane a integrazione del  regolamento approvato con Delibera di Consiglio  n°15 del 24.03.2002 e oggetto di procedura per l’affidamento del servizio di assistenza di cui alla determina n° 446 del 21.12.2017

Il presente disciplinare disposto  con il  fine di ottimizzare e razionalizzare le risorse   legate  alle disponibilità di bilancio ,  intende realizzare  la messa in rete  degli interventi organizzati a livello Comunale( nella more di alcuni interventi rimasti in  capo al Comune così come previsto dall’art 35 della L.R. 11/2016 e art. 23 della L.R. 38/96) e a livello di ambito territoriale( Distretto socio sanitario di cui alla L.11/2016 art 43 )  garantendo sempre e comunque  una programmazione centrata sui bisogni del cittadino e l’integrazione socio sanitaria  all’interno di un quadro unitario ed omogeneo .

Il sistema dell’offerta dei servizi e degli interventi è centrato sulla presa in carico della persona e delle  sue problematiche da parte del Servizio sociale territoriale, che sulla base di una valutazione multidisciplinare dei bisogni,  effettuata congiuntamente con il servizio sociale distrettuale e dei servizi specialistici della ASL ( CAD materno infantile),  redige  il piano dell’intervento di assistenza  o educativo assistenziale necessario per offrire una risposta adeguata alle necessità della persona e del nucleo familiare .

Per assicurare una efficace integrazione socio sanitaria è  fondamentale il ruolo degli operatori della Asl che finora sono stati garantiti grazie  agli accordi di programma e/o convenzioni  di cui al Piano di Zona; E’ fondamentale chiarire  che  la suddetta integrazione sta vivendo un animosa  evoluzione legislativa  che porterà gradualmente  e comunque non oltre il 2019 , a gestire tutti gli interventi  socio assistenziali nell’ottica dell’integrazione socio sanitaria  nel solo ambito Distrettuale. (D.G.R.  214 del 2017 ,  “D.G.R.  149/2018 e in ultimo il D.G.R. n°88 del 2018 che modifica la D.G.R. n°223 del 2016 )

Trae conseguenza che tale provvedimento  ha una esclusiva natura di regolamentazione temporanea, in attesa di successive e altre disposizioni che in ordine al grado ne produrranno il superamento.

 

OBBIETTIVO

In attesa che si delineino i nuovi modelli di organizzazione e degli interventi di aiuto alla persona e alla famiglia,esclusivamente realizzabili  in ambito distrettuale entro il 2019 ,  è intenzione di questa Amministrazione disciplinare i criteri e le modalità di erogazione dei servizi e  interventi in favore delle persone in condizioni di fragilità sociale in modo da assicurare alle persone prese in carico la più adeguata risposta ai loro bisogni socio assistenziali e di favorire la loro permanenza nel proprio ambito familiare e sociale di appartenenza , contribuendo ad evitare fenomeni di isolamento e di emarginazione sociale , prevenendo in tal modo il ricorso a forme di istituzionalizzazione.  

 

GLI INTERVENTI DI ASSISTENZA ALLA PERSONA

Il presente atto oltre che  confermare e adeguare alle nuove disposizioni normative   il servizio di assistenza domiciliare in favore di anziani e persone in condizioni di non autosufficienza  di cui al regolamento comunale n°15 del 2403.2002 -  Cap.IV- art. 17,  disciplina un altro settore di intervento  previsto dal sistema del welfare regionale : gli interventi di assistenza che prevedono la scelta e l’assunzione diretta dell’assistenza alla persona in favore di persone in condizioni di disabilità gravi e gravissime e/o  attraverso interventi di natura economica secondo quanto previsto  dalla L .11 /2011 art 35 e in attesa di regolamentazione in ambito distrettuale con l’approvazione del Piano Sociale Regionale .

Le persone destinatarie del sostegno economico sono soggette alla scelta  del  proprio assistente nell’ambito  di appositi registri costituiti a livello distrettuale già attivi  , ai quali  possono iscriversi le persone fisiche che intendono operare nel campo dell’assistenza a persone  in condizioni di disabilità nel rispetto delle qualifiche o esperienze professionali acquisite e riconosciute  dai dispositivi( L609/2007 istituzione degli albi e DGR 233/2016 modificata dalla D.G.R.88/2018 )  

 

Chi contattare

Personale da contattare: D'Alessandro Rosalina, De Rose Stefania

Termine di conclusione

Conclusione tramite silenzio assenso: no
Conclusione tramite dichiarazione dell'interessato: si
60 gg

Costi per l'utenza

Per l’erogazione dell’intervento di assistenza alla persona  per le prestazioni richieste autonomamente dalle famiglie (ADI) , è prevista l’erogazione di contributo da parte Comune sulla base delle proprie disponibilità di Bilancio  , determinato in base all’ammontare dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) (Tabella 1) e alle forme di assistenza attive sul beneficiario già in atto o meno.
La quota destinata all’utente, verrà determinata contestualmente all’ammissione al l'intervento  o
rideterminata anche successivamente, qualora emergano circostanze o fatti nuovi il contributo
economico verrà erogato bimestralmente dietro presentazione, all’Ufficio dei Servizi Sociali del
Comune di Palestrina , della copia delle buste paga, e qualsiasi altra documentazione di spesa per vizio svolto e contributi versati.. Il Comune predispone la determinazione di impegno e liquidazione entro i primi 60 giorni dalla recezione dell’avvenuto comunicazione del pagamento effettuato.  
L’erogazione del contributo è disposta per un periodo di tempo determinato, che non può superare la durata di un anno. Il termine fissato inizialmente, può essere prorogato, ove permangono le condizioni che rendono opportuna la continuazione del servizio.
L’Amministrazione potrà disporre in qualsiasi momento di altri accertamenti consentiti dalla legge, al fine di verificare la situazione reddituale e patrimoniale dichiarata ai sensi dell’ISEE.
Con cadenza annuale verranno verificate le condizioni economiche dell’utente acquisendo, a tal
fine, l’attestazione aggiornata.
Il Beneficio economico è in ogni caso concesso nei limiti delle risorse economiche disponibili.
L’iscrizione in graduatoria, pertanto, non costituisce di per sé diritto al contributo
La quota assegnata sarà rapportata al reddito ISEE, riferito all’anno precedente e sarà
determinata sulla base delle fasce indicate nella Tabella 1.
Tabella 1 SERVIZI DI ASSISTENZA DOMICILIARE INDIRETTA
Contributo annuale max a favore dell’utente €9.600,00 
SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE – ISEE
DEL NUCLEO FAMILIARE    
CONTRIBUTO annuale max

Da € 0,00 ad € 2.500,00     € 9.600,00 
Da € 2.501,00 ad € 5.000,00     € 8.800,00 
Da € 5.001,00 ad € 10.000,00     € 8.000,00
Da € 10.001.00 ad € 15.000,00     €7.200,00
Da € 15.00,10 ad € 20.000,00     € 6.400,00
Da € 20.001,00 ad £ 25.000,00    € 5.600,00
Da £ 25.001,00 >>>>    £0 

 

Regolamenti per il procedimento

Riferimenti normativi

Servizio online

Tempi previsti per attivazione servizio online: non si conoscono
Contenuto inserito il 03-08-2018 aggiornato al 16-08-2018
Facebook Twitter Google Plus Linkedin
- Inizio della pagina -
Recapiti e contatti
Palazzo Verzetti, Via del Tempio, 1 - 00036 Palestrina (Roma)
PEC protocollo@comune.palestrina.legalmail.it
Centralino 06/953021
P. IVA 03577071008
Linee guida di design per i servizi web della PA
Il progetto Portale della trasparenza č sviluppato da ISWEB S.p.A. www.isweb.it